1992.

Come tutti allora – oggi chissà – anche io avevo un compagno di classe appassionato di fumetti. Manga, per la precisione, che poi è il termine giapponese con cui vengono chiamati i fumetti nella terra del Sol Levante.

“Tu che sei un appassionato di Fantascienza, questo devi assolutamente leggerlo”. Detto fatto.

Rimasi estasiato.

Con un filino di ritardo, scopro solo oggi che di 2001 Nights di Yukinobu Hoshino (al tempo pubblicato dalla gloriosa Granata Press), nel 1987 fu tratto un OVA (Original Video Animation per i profani) distribuito in Giappone per il mercato home video (cit.)

Surprise surprise. Per fortuna lo smanettone che rippa i DVD e li carica sul tubo l’abbiamo trovato anche stavolta.

2001 Nights è un’opera (perchè chiamarlo solo fumetto è riduttivo e oltraggioso), ambiziosa e riuscitissima, che ho riletto e riletto decine di volte negli anni. Non ricordo dove, né il contesto, ma lessi che anche il Paradiso perduto di John Milton figurava tra le influenze che ispirarono Hoshino.

Letteratura a fumetti per citare le note di Paolo Gattone nelle note di presentazione della meravigliosa e imperdibile riedizione pubblicata nel 2005/2006 da Flashbook. Tutto vero.

Su Amazon costa poco. Compratelo. Ma soprattutto leggetelo.